RAPPORTI ORALI E…NON!

By 4comments No tags Permalink 0

Rapporti.
Personali, protetti o a rischio, interpersonali o animali, fra moglie e marito non mettere il dito.
A noi restano quelli lavorativi, stilati ad ogni volo per ogni singolo membro dell’ equipaggio e su qualsiasi cosa possa succede nel tubo, in volo o a terra.
A volte che barba che noia, sono banali, monotoni.
Ma a volte sono cosi diarroici che la cartaigenica foxy dal lungo strappo non è mai abbastanza.
Ognuno di noi è disezionato, squadrato e tagliuzzato.
Da come sorride a come annuisce, da quanto sparla o tace, se mastica o ingoia, dal capello laccato allo sciupato, dall’ unghia dipinta a quella stinta.
Poi dipende se chi ti giudica è gay, etero o transgender.
Il dettaglio diventa versatile, passivo, attivo a chi c’è c’è.
Il lessico è importante e se le proprietà linguistiche scarseggiano , un dizionario in borsetta che trasformi l’educato ad elegante il composto al raffinato e riduca tutto allo standard MAI sbagliato!
Quando si va fuori, ci si sofferma su dell’ altro, dallo short corto al risvolto, dal costume a nonna a quello a tanga, dalla ceretta brasiliana all’ africana, dall’ anoressico al bulimico, dall’ happy hour all’ happy ending, dal pettegolo al morto, che ancora non si è accorto.
Di me, stretta nel pulmino che mi porta in aeroporto si staranno chiedendo, ma questa che rapporto sta scrivendo? oppure che diavolo di selfie sta facendo!?!
Ma a volte anche qualche passeggero ama fare rapporto per farsi rimborsare e allora sta a noi scrivere per poterci tutelare!
Così fra un voletto e l’ altro anche qualche sketch si puó inscenare.
Partono sereni, mano nella mano.
In luna di miele fra una salsa e una baciata, tornano a bordo meno celestiali chiedendo esplicitamente all’imbarco: “Per favore signorina mi tenga lontano da questa puttana che in luna di miele fra un ballo e una cantata l’ho trovata nel letto a pascolare in posizione animale con l’ animatore locale!”
Ma quando il volo non ci sono buchi per dividere la coppia, dopo il decollo si scoppia.
L’ uomo che urlava sgualdrina, corre davanti con l’ occhio nero in copertina e la donna ferita nel cuore continua a farsi consolare dal passeggero scuretto che non ama giudicare.
Oppure c’ è la comitiva felice che parte facendo baldoria.
Sale a bordo con la sigaretta in bocca,il più figo guarda la bella collega e senza temere allunga la mano e le tasta il sedere!
Soddisfatto si siede beatamente già ubriaco credendo di atterrare in un luogo soleggiato.
Ma il tanto amato Viscovo, dal nome strano e dall’ odore un pò malsano, si sveglia un pò sudato , con Poliziotto e Comandante al suo costato.
Il ragazzo non capisce, crede di sognare.
L’ amico da bestia animale implora un perdono banale.
La porta è aperta, la scaletta vicina e il bagaglio pronto da sbarcare.
La tanta amata sigaretta che voleva accendersi sulla scaletta potrà gustarla senza fretta.
Infilato Viscovo nella camionetta il silenzio fra la folla fa da piccola vendetta.
Perché non sempre la si passa liscia , la corda dopo un po’ si spezza e se non sai volare, tranquillo, senza fretta, c’è Ostia che ti aspetta!!
La rima è un po baciata, perché mio marito, esclamò la Signora, si starà facendo una cantata…
Ma quando dal bagno si udì un duetto, l’ urlo diventò spospetto.
La moglie cara che prima era serena si appostò al bagno tutta in pena.
Dal Brasile lo sappiamo qualcuno si fa sempre prender un pò la mano.
E quando dal bagno l’ uomo usci’ in compagnia, la moglie urlò, “Vi prego portatemi via!”
L’ accompagnatore dalla voce roca e dalla tetta in silicone si diede una sistemata, sai com’é…si era un pò sbaffata…
L’ uomo negò chiedendo venia e la moglie urló per la pena.
La donna con il gargarozzo basita tornò al posto “Che casino, dopotutto era solo un soffoco….succhio….Un attimo galeotto…”
Ogni volo ha un suo rapporto, per potersi lamentare , tutelare, rimborsare, ma se proprio volete osare vi preghiamo di potervi limitare al solo limonare:-)

4 Comments
  • Gianluca Pallozzi
    Marzo 6, 2015

    buona sera signorina ti ringrazio per la rima 🙂 carina molto originale !!! Ne hai fatta di strada tu a 30mila piedi , da quando venivi a fare sega a casa mia 🙂 tremenda tvb

    • Sara Berettoni
      Marzo 6, 2015

      Sono felice ti piaccia la rima….
      Vedi studiare a casa tua ha dato i giusti frutti:)
      Bacione

  • Johne731
    Giugno 5, 2015

    Magnificent website. Lots of useful information here. Im sending it to some friends ans also sharing in delicious. And obviously, thanks for your sweat! dbcddddkabca

  • Johnc748
    Giugno 5, 2015

    Hey I am so excited I found your website, I really found you dkdedekfffad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.