MA…COSA VOGLIO FARE DA GRANDE?

By 0 No tags Permalink 0

 ” Cosa vuoi fare da grande?” quante volte vi è stata posta questa domanda da piccoli?
La risposta, soprattutto la mia, era troppo complicata, articolata, laboriosa o sfaticata!
L’ astronauta, per gravitare nello spazio e piantare bandierine colorate continuamente. Il veterinario, per  accudire tutti gli animali randagi del paese e salvare tutti quelli che mia nonna sosteneva spariti nel nulla, ma che poi finivano inevitabilmente sulle nostre tavole Natalizie.

La maestra, solo per le vacanze di Natale, Pasqua e i 3 mesi estivi.

La giornalista, per la postura plastica a 3/4 quarti della Gruber che cercavo di imitare in camera dei miei genitori davanti ad uno specchio gigante.

La ballerina,  perché alla sola età di 3 anni restavo ipnotizzata dai balletti di Cacao Meravigliato,  in un attimo toglievo i vestiti, trasformavo le mie mutandine in micro perizomi nel culetto e iniziavo a ballare con tanto di pubblico 😜(dichiarazioni di mia madre)

La cantante, perché ogni sera subito dopo cena, trasformavo il mio cavatappi di fiducia in microfono e stonavo per un termine prolungato e straziante qualche canzonetta sotto lo sguardo disperato e minatorio di mio fratello che urlava: “MAMMA NON LA SOPPORTO PIÙ!”

Ma MAI avrei pensato di finire quassù, a guardare il mondo da una oblò…
C’è chi nasce con la passione dell’aviazione, con l’ icona di Top Gun, comandante figo accerchiato da belle donne in luoghi esotici sorseggiando gin tonic.

Chi per caso, chi per scelta, chi per un sogno nel cassetto è finito a 30 mila piedi, chiedendo tè, caffè o me?
È uno stile di vita.
È fatto di viaggi, jet-lag.
Persone diverse, a volte simpatiche e a volte meno simpatiche.
È fatto di condivisione.
Di gerarchia e potere.
Di responsabilità, di sorrisi anche quando ti senti un po’ giù.
Di standard e disciplina, anche se sei un po’ come me, da parcheggio in doppia fila e ritardi biologici.
È fatto di camere di hotel, colazioni continentali , pick-up e trasferimenti.
Di foulard, mostrine e manuali per omologare l’ indomabile.
È l ‘accumulo di tessere  da miliardi di miglia.
È da capodanno in bikini e ferragosto in decollo.
È un alfabeto in codice che solo chi ha le ali è in grado di poter decifrare.
È una vita non organizzata, turni non usciti,  ferie non confermate!
È un lavoro che si è mutato nel tempo, ha perso valore, estetica e retribuzione.
Assistente di volo

Ma con la stessa professionalità, dalle selezioni ai corsi iniziali che hanno mantenuto sempre ferrea rigidità.

Quando si è fra i banchi di scuola a studiare come pazzi, per affrontare il test del giorno successivo con l’istruttore che guarda in cagnesco e ti fa sentire più piccolo del granello di mais avanzato dal pranzo, ti domandi:
– Ma chi me l’ha fatto fare? stavo cosi bene con i piedi per terra!
– Sto studiando per diventare ingegnere nucleare o per essere l’hostess che appena atterra si tuffa nel mar dei Caraibi?
– Ma che diavolo è questa PORTANZA?
–  Ma tutti questi video di incidenti aerei? vogliono terrorizzarci per dimezzare l’aula?
Ma ricorda che appena finito il tuo percorso in aula e indosserai per la prima volta l’ uniforme, pur essendo ribelle, ti piacerà sentire addosso quell’ordine standardizzato.
Quella regola che ti rende uguale al collega di fianco, che ti aiuterà il giorno del tuo primo volo, una Lanzarote nel mio caso.
Ricordo  di non  aver dormito un attimo quella sera e di essermi presentata 3 ore prima del volo.
Naturalmente le cose cambiano e ogni giorno si familiarizza con ” quell’uccello grandissimo”, che pian piano diventerà la tua seconda casa.
Ogni volo, ogni sosta, ogni decollo, atterraggio, attimo, sarà diverso l’ uno dall’altro.
Ogni persona con cui lavorerai, parlerai e a volte discuterai ti lasceranno qualcosa.
È tanto, tutto e a volte troppo!
Non era questo ciò volevo fare da piccola ma sono fiera di quello che sto facendo da grande
Ma poi , sono veramente cosi grande?????:)

 

 

 

 

 

 

 

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *