LA MIA TIPICA GIORNATA DA PENDOLARE: RITARDO, BAGAGLIO SMARRITO E URLO LIBERATORIO!!!

By 0 No tags Permalink 0

Scusate ma io con qualcuno mi devo sfogare!

La mia giornata da assistente di volo pendolare inizia con una sveglia all’ alba, direzione : Istituto Medico Legale di Milano, per i soliti controlli annuali che la nostra categoria ci impone.

Quindi traffico in tangenziale, stomaco vuoto, prelievo mattutino e fame bestiale subito dopo. Fortunatamente avevo portato con me la mia colazione al sacco. Subito dopo il prelievo si corre al bar ad ordine cappuccino  e brioche. Io ordino un ginseng in tazza grande, apro la mia confezione di fragole, spirula , mandorle tritate, bacche di goji e del tempeh scottato alla griglia. Immagino la vostra faccia, gli occhi sbarrati, ma a me piace cosi:-)

Le visite non sono andate male, tranne il fatto che debba rimuovere un neo e che il dottore mi ha consigliato di alleggerire i pesi sulla schiena e abbandonare i miei 62 kg di squat, ma sa che sono un Capricorno, quindi non ho fatto troppe promesse che non posso mantenere.

Dopo aver cambiato 3 carte per acquistare un volo dal sistema bloccato, alle 13 corro a Linate. La signorina è cosi gentile da anticiparmi sul volo delle 15.

Adesso sono precisamente le 21 40, sono sdraiata sul banco dei pc davanti al nastro 16 di Fiumicino in attesa di un valigia che NON ARRIVERA’  MAI e di mio padre che mi ha detto con sarcastica euforia, “tranquilla vengo a prenderti io,fra 3 ore!”

Il volo delle 15 è stato cancellato, quello delle 16 giustamente in overbooking. Avevo delle speranze con il volo delle 17, cosi in attesa di una risposta ho trascorso le mie 3 ore d’ attesa evitando uno stalker che ha iniziato a tampinarmi, non curante del fatto che fossi fidanzata (chissà perché la mia scusa non regge mai), ha oltretutto iniziato a pretendere la foto del mio ragazzo per accertarsi della sua esistenza.

MA I PAZZI TUTTI IO??

Alle 1630 ho espressamente chiesto alla biondina dal capello corto, al banco degli stand-by di Linate, che magari potrà individuare questo post:-)“E’ CERTA CHE IL MIO BAGAGLIO SIA STATO IMBARCATO? HO UN BIGLIETTO STAND BY! “- “MA CERTAMENTE, HO APPENA CHIAMATO! “liquidandomi.

In tempo reale il nastro bagagli ha iniziato a dare altri segnali di vita, è solo il quarto volo che vedo arrivare da Linate senza il mio bagaglio.

Voi starete chiedendo “ come mai non sono andata a casa?” o” come sia possibile che con una frequenza di un volo ogni ora il mio bagaglio sia ancora a Linate?”  le strade del signore sono infinite, qualche mente molto limitata ed io TOTALMENTE SFIGATA in fatto di valigie.

Considerando che la mia sosta a casa, come tutti i pendolari, sarà solo di qualche giorno, le tempistiche aeroportuali sono simili a quelle africane, sorridenti e taglienti come le caraibiche, mio padre ancora nel paese delle meraviglie, mi sono detta.. SARA ASPETTA!!

Il nastro bagagli è fermo, vuoto, e forse io alle 22 posso abbandonare la mia postazione, salutare i bagaggisti che mi hanno fatto compagnia nel frattempo e tornare a casa.

Dovevo fare yoga e cenare da amici, credo che farò un urlo liberatorio, berrò un bicchiere di bianco e mangerò l’ intero uovo di Pasqua ancora da scartare.

Auguro una piacevole serata alla biondina di Linate e 4  fantastici KG in più, tutti sui fianchi:-)

Con affetto 

SARA!

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *