ETIHAD TAGLIA LE LUNGHEZZE AD ALITALIA, CHIGNON PER TUTTE!

Il marchio made in italy è per noi sinonimo di fiducia , orgoglio, tradizione, ma si sta ultimamente contaminando.

Abbiamo venduto, o malauguratamente svenduto , alcuni dei nostri grandi marchi che ci hanno resi noti e famosi in tutto il mondo.

Cinesi , tedeschi , americani hanno acquisito quote o intere compagnie.

Sperlari, Perugina, Telecom, Bulgari, Lamborghini, Ducati, Gucci , Fendi e per quanto riguarda l’ aviazione, ricordiamo bene Alitalia , assorbita al 49% dalla grande compagnia degli Emirati Arabi Etihad e a breve, perchè ancora in trattativa, la compagnia Meridiana dalla mastodontica compagnia Qatar.

Quando le culture si fondono , un pizzico di cambiamento è inevitabile.

Dal modello contrattuale , che viene revisionato e adattato alle nuove esigenze aziendali, alla produzione e l’ estetica.

Le auto, i cioccolatini, i tessuti , l ‘aviazione, nulla resta invariato.

Cosi oltre al cambiamento dei servizi, i modi servizievoli e in qualche tratta la riduzione del personale, per i dipendenti Alitalia , soprattutto in questo caso per le hostess della compagnia , ci sono delle nuove regole di stile, dal trucco al parrucco, nulla escluso.

La compagnia Etihad ha dato un taglio alle lunghezze.

Non sono più ammesse code, trecce, capelli sciolti, rigorosamente raccolti.

Studiate dallo stilista Roberto Carminati sono state ideate 4 tipi di acconciature,  che ogni assistente di volo potrà scegliere in base ai suoi gusti.

Un piccolo manuale e un corso curato dallo stylist , sono di aiuto per ottenere al meglio il look richiesto.

I lineamenti del viso non dovranno esser troppo accentuati dal make up, colori chiari e un filo di rossetto rosso sulle labbra.

Le unghie corte , con smalti di colore neutro.

Omologate, standard, uniformi , delicate .

Noi che siamo stati sempre abituati a vederle con il rossetto giusto al loro incarnato, acconciature diverse , oramai,  salendo a bordo di un volo Alitalia noteremo il marchio Etihad e non potremo far altro che apprezzare il cambiamento avvenuto.Screenshot_2016-04-03-17-36-45_1

 

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *