ASSISTENTI DI VOLO O PEDINE DEL GLOBO???

Quando le persone parlano di regolarità non so mai a cosa si stiano riferendo.

Magari la loro giornata inizia con un bifidus actiregularis, oppure non sono soliti parcheggiare la macchina in doppia fila, forse rispettano gli orari dei pasti, dei corsi in palestra, del ciclo circadiano o amano il cinema della domenica.

Per quanto mi rigurda non amo lo yogurt, la mia macchina è in zona rimozione, mangio tofu, faccio squat, sono a Roma con il fuso dell’Havana e non so ancora cosa farò domani!

Siamo assistenti di volo o pedine di questo globo?

Sicuramente nella vita la routine, la quotidianità, possono risultare monotone, a volte noiose, ma posso assicurarvi che dopo 12 anni  vorrei anch’io , di tanto in tanto, risultare cosi : BANALE!

Alle domande “Ci sarai il…?”

“Ci organizziamo per…”

” Prenotiamo..?”

Vorrei rispondere semplicemente e spontaneamente, Certamente!

Ma c’è sempre il turno da controllare con gli innumerevoli calcoli di possibilità di uno stravolgimento alle porte.

Una disponibilità con una fascia di rischio di circa 4 ore, una riserva con un margine a volte di 12 ore, una quantità di giorni off che non essendo MAI INAMOVIBILI possono sconvolgersi SEMPRE E COMUNQUE!

Ma ci capita di sbagliare, cadere nel tranello che se un mese è andato tutto liscio il mese dopo sarà lo stesso; ma i nostri turni sono come un fidanzato labile, dal tradimento seriale, ci illudiamo possa cambiare, ma vi confido un segreto, ci tradirà sempre!

Ieri sera, fra amici e parenti, ho avuto la stupida presunzione di fare dei piani, prenotare un volo per Londra e organizzare il mio rientro, ma una piccola notifica notturna ha illuminato la mia email, sconvolto la mia agenda e regalato una fastidiosa emicrania.

In una sola mattinata il mio cellulare ha squillato psycho 4 volte ed io solo rispondendo al telefono  in poche ore sono volata da Mauritius a Furteventura, virando per Santo Domingo , alla volta di Varadero.

Per ora sono a bordo di un Airbus 320, che decolla da Roma e atterra a Milano, sempre che i turni non abbiamo informato l’ Alitalia di posizionarmi a Parigi, procurato velo e pantaloni, complottato alle mie spalle, consegnandomi come volontaria all’ Air France per la tratta PARIGI – TEHERAN!

Domani mattina la mia riserva avrà inizio alle 5 del mattino, quindi “Le vie del Signore sono infinite…”

Invece di sperare, pianificare, prenotare, dovrei solo ignorare le mie responsabilità e fingermi morta!Screenshot_2016-03-16-01-11-36_1

 

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *